Rimodellamento

 

Fattori ormonali comportano la localizzazione di grasso permanente su glutei, addome, fianchi, cosce e ginocchia

La liposcoltura ultrasonica medica (cavitazione) sfrutta gli ultrasuoni cavitazionali per eliminare il grasso localizzato e di difficile smaltimento, e snellire e rimodellare il corpo. Già dalla prima seduta è possibile ottenere una riduzione della circonferenza della zona trattata fino a 1,5 cm.

A differenza di altre strategie di snellimento (es. dieta), la cavitazione permette di eliminare il grasso permanente, ossia il tessuto adiposo formatosi per iperplasia.

L’iperplasia consiste nell’aumento del grasso per accrescimento del numero di adipociti, i quali, una volta formatosi, non possono essere eliminati attraverso le normali strategie di dimagrimento, ma solo sotto-dimensionati per fuoriuscita di acidi grassi.

La cavitazione ultrasonica, invece, consente di ridurre il numero di adipociti, oltre ad aumentare l’attività lipolitica della zona trattata.

Body-contouring: il trattamento con la cavitazione

ultrasonica DEEP by Tuenda.

 

Grazie all’utilizzo degli ultrasuoni cavitazionali, DEEP è in grado di ridurre il grasso permanente agendo in profondità nel tessuto adiposo.

Le onde ultrasonore cavitazionali, investendo gli adipociti, generano onde di decompressione e di compressione. Le onde di decompressione creando punti di pressione inferiore alla tensione di vapore; ciò causa un effetto di turbolenza a freddo analogo a quello dell’acqua prossima all’ebollizione (effetto cavitazionale): si formano delle micro-bolle, che continuano ad ingrandirsi, all’interno degli adipociti e dei liquidi interstiziali.

In seguito, in fase di compressione, la pressione esercitata sulle micro-bolle è tale da causarne l’implosione. L’implosione porta alla formazione di un impulso pressorio-vibrazionale caratterizzato da elevate temperature, pressione e scambi di calore in microsecondi. Tale energia d’urto liberata investe la membrana adipocitaria e del globulo grasso dell’adipocita (ossia la membrana della vescicola contenente i trigliceridi), portando alla loro rottura (clasia), alla fluidificazione dei grassi e alla loro fuoriuscita dalla cellula.

I trigliceridi si riversano nel sistema linfatico, e poi nel sistema venoso fino ed entrare nella grande circolazione; qui, gli acidi grassi vengono in parte eliminati dal sistema urinario attraverso l’urina, in parte vengono processati dal fegato come grassi alimentari.

L’effetto finale è quello di una riduzione del grasso di tipo permanente con conseguente riduzione delle adiposità localizzate (gambe, cosce, fianchi, glutei, pancia, caviglie ginocchia), oltre ad una riduzione della cellulite e riassorbimento dei liposomi.

RF1
RF2

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi